TEATRO: Teatro Martinitt

La storia dei Martinitt risale al 1531 quando Francesco Sforza offrì a Gerolamo Emiliani, protettore dei minori in stato di abbandono, una nuova dimora per i trovatelli della città di Milano.
La sede scelta si trovava vicino all’oratorio di San Martino: da qui gli orfani presero il nome di Martinitt, piccoli Martini.­
Fin dalla fondazione dell’istituto venne riposta grande attenzione all’istruzione e all’educazione degli orfani: essi imparavano a leggere a scrivere e far di conto, e non solo.
Caposaldo di questo metodo formativo era l’insegnamento delle arti: i Martinitt studiavano musica e canto, e mettevano in scena piccole rappresentazioni teatrali a carattere morale.E nel 1932 fu inaugurato, insieme alla nuova sede dell’istituto in via Riccardo Pitteri, il teatro Martinitt, luogo dedicato esclusivamente all’intrattenimento educativo degli orfani, fungendo talvolta anche da sala cinematografica.
Danneggiato dai bombardamenti subiti durante la Seconda Guerra Mondiale il teatro fu  ristrutturato, continuando così la sua attività fino alla metà degli anni Settanta. Infine, a seguito di cambiamenti legislativi quasi per venti anni la struttura è rimasta chiusa e abbandonata, cadendo in disuso.Lo spirito dei Martinitt è conservato oggi nell’Associazione degli ex Martinitt.
Forte dell’esperienza più che trentennale di attività continuativa nel campo della produzione teatrale e della gestione di sale teatrali, nel 2010 la società La Bilancia ha vinto il bando di gara per la gestione della suddetta struttura e, a seguito dei lavori di ristrutturazione dei locali, nell’ottobre dello stesso anno ha aperto al grande pubblico le porte del nuovo Teatro Martinitt.
Da febbraio 2015, La Bilancia amplia la proposta culturale del Martinitt con il Cinema.

Via Pitteri 58
Tel: 02 36.58.00.10
Orari:

gio-ven: ore 21.00

sab: 16.30 e 21.00

dom: ore 18.00

Prezzi: 20 euro €